loading

Carrello vuoto



Mariani Umberto

BIOGRAFIA DI MARIANI UMBERTO



Breve scheda biografica


Nato a Milano nel 1936 da famiglia emiliana conclude la sua formazione artistica sul finire degli anni ‘50, dunque in piena epoca di ricostruzione e di intenso dibattito culturale. Frequenta il Liceo Artistico e l’Accademia di Brera diventando assistente di studio del suo maestro Achille Funi. A partire dal 1965 inizia ad esporre in numerose Gallerie private sia in Italia che all’estero, Ma si vuole sottolineare la sua presenza in prestigiose sedi pubbliche, tra le quali quella nel 1969 all’ ARC 2 , Musée d’ Art Moderne de la Ville de Paris dove sarà presente ancora nel 1974 e nel 1977; quella del 1970 al Museo di Brno; nel 1971 al Nykytaiteen Museo di Tampere; nel 1973 al Palais des Beax Arts di Bruxelles; nel 1974 al Musée des Ponchettes a Nizza; nel 1974 e nel 1975 al Musée Van Volsem di Bruxelles; nel 1978 al Padiglione di Parco Massari a Ferrara; nel 1979 alla Rotonda della Besana a Milano; nel 1979 all’Istituto Italiano di cultura al Cairo; nel 1980 alla Galleria Civica Castello di Portofino; nel 1982 all’ Internationaal Cultureel Centrum di Anversa; nel 1986 al Musée d’Art Contemporain a Montreal; nel 1988 alla Basilica Palladiana a Vicenza; nel 1990 al Museum of Art di Taiwan; nel 1992 al Museo Archeologico di Teramo; nel 1998 a Palazzo Reale di Milano; nel 2010 all’Università Bocconi di Milano e ancora a Milano nel 2011 all’Università Cattolica. Nel 2006 é invitato da Luciano Caramel alla XIV Quadriennale di Roma che si tiene eccezionalmente nelle sale della Galleria Nazionale. Per questa occasione Mariani ricostruisce un edificio di fango sui modelli delle architetture Sahariane. E’ una costruzione di 4 metri per 4 che custodisce al proprio interno un reliquario drappeggiato in colore indaco. Al centro con apposita illuminazione una “croce” Touareg in sabbia. Nel 2007 la Galleria Malichin di Baden-Baden all’interno del proprio stand all’Arte Fiera di Karlsruhe presenta 14 opere di Mariani. Nello stesso anno nel mese di maggio in Olanda la Galleria Conny Van Kasteel allestisce un sua mostra personale dal titolo: “Autobiografico” inerente ai tanti viaggi da lui effettuati. Nello stesso anno la Galleria Annunciata di Milano allestisce una mostra personale dal titolo “Milano anni ‘60: U;Mariani ieri ed oggi”. Sempre nel 2007 è invitato da Lucrezia De Domizio a partecipare all’evento “Joseph Beuys- Difesa della Natura” nell’ambito della 52° Biennale di Venezia. Nel corso dell’anno prende corpo il volume di 200 pagine per le Edizioni Mazzotta di Milano dal titolo: “ U:Mariani- Opere 1991 / 2009” con testi di G:G Lemaire, E:Pontiggia, M: Rosci, F:Gualdoni, G:Serafini, A:Madesani. E’ invitato da G.G.Lemaire con tre opere alla mostra “Le Noir Absolu et les leçons de tènèbres” ospitata dal Centre d’Art Villa Tamaris a Toulon. Nel mese di dicembre del 2009 a bordo di un rompighiaccio russo naviga per 12.000 chilometri lungo le coste dell’Antartide. Lucrezia De Domizio lo invita a partecipare al “ Fourth Free International Forum – In difesa della natura” che si tiene nell’ipogeo di Bolognano. Mariani presenta un video che illustra le severe leggi che proteggono l’ambiente nel continente An­tartico. Nel 2010 Bruno Corà vuole una sua opera degli anni ‘60 per la mostra “Il Grande Gioco – Forme d’Ar­te in Italia 1947 -1989” che si inaugura alla Rotonda della Besana a Milano nel mese di febbraio . Nel Luglio 2011 una sua mostra di 50 opere dal titolo “Le vesti di Saturno” è presentata e curata da Giulia­no Serafini e Giovanna Lazzi nelle prestigiose sale della Galleria Medici in Palazzo Medici-Riccardi a Firenze. Una sua mostra personale dal titolo “Opere recenti-Piombi” si tiene nei mesi di marzo-aprile 2013 negli spazi barocchi della Sala San Ignazio ad Arezzo.Nel mese di ottobre 2013 negli ambienti sontuosi dei Chiostri di San Domenico a Reggio Emilia viene presentata la mostra antologica “Umberto Mariani-Opere 1967-2013”curata da Sandro Parmiggiani con catalogo Allemandi Editore,Torino. Sono 60 opere che coprono tutto il percorso artistico dell’artista.






  • Servizi
  • Fiere

  • - I nostri canali:
  • - La nostra app:
  • Vannucchi Arte – Arte Moderna e Contemporanea - Viale Montegrappa, 211 - 59100 Prato - Tel/Fax 0574 595007 Cell. 339/8533344 - 340/9103003
    P.I. 02014940973 - Numero R.E.A 492637 Registro Imprese di Prato - info@vannucchiarte.com - [angiolini]

    Lascia un messaggio
    risponderemo in breve, grazie.

    Antispam: scrivere in lettere il risultato di sei+cinque

    Se utilizzi questa messaggistica sei d'accordo con la nostra privacy