Carrello vuoto


opere uniche opere grafiche monografie di arte opere viste ultime proposte



Scatizzi Sergio

SCATIZZI SERGIO


Biografia


Nato a Gragnano in provincia di Lucca il 20 ottobre 1918, trascorre la giovinezza in Valdinievole e nella campagna lucchese. Giovanissimo, dopo un soggiorno di un anno a Napoli, si trasferisce a Roma. Nel 1936 si accosta all'ambiente artistico romano, particolarmente attratto da Mafai e dalla Raphael.
Dopo un primo soggiorno a Parigi, nel 1938 ritorna a Montecatini in Valdinievole dove dipinge i suoi primi paesaggi; di quel tempo sono anche le prime nature morte di fiori ed alcuni ritratti ad acquerello.
Richiamato alle armi, conosce Giovanni Comisso, Filippo De Pisis e Giorgio Morandi. Nel 1943 conosce Ardengo Soffici e, terminata la guerra si unisce al gruppo dei pittori pistoiesi ed espone in molte collettive a Pistoia e a Montecatini.
Nel 1948 altro viaggio a Parigi con Comisso ed altri amici, dove incontra nuovamente De Pisis.
Tiene la prima personale di soli paesaggi alla Libreria Ariel di Montecatini nel 1949 e l'anno successivo espone alla XXV Biennale di Venezia.
Intorno agli stessi anni inizia i suoi primi contatti con l'ambiente fiorentino dei pittori e dei letterati e, conosciuto Ottone Rosai, per molti anni frequenta il suo studio in via degli Artisti.
A Montecatini tiene la sua prima personale nel 1949 ed espone l’anno successivo alla Biennale di Venezia. Dal ’51, per qualche tempo, frequenta Rosai e si lega d’amicizia con Tirinnanzi, Marcucci, Capocchini, Pregno, mentre si stabilisce a Firenze. Dal ’56 in poi entra in rapporti con la Galleria L’Indiano e comincia a presentarsi annualmente o quasi in mostre che si tengono in varie città italiane.
Nel 1976 all’Accademia di Belle Arti di Carrara si tiene una vasta antologica e sei anni più tardi la Galleria La Strozzina di Firenze gli dedica una mostra di 200 opere dal 1936 al 1982.
Negli anni ottanta e novanta tiene numerose mostre nelle maggiori gallerie italiane e due a Los Angeles. Nel 1977 la Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti a Firenze organizza una retrospettiva delle sue opere “informali” dipinte a cavallo degli anni sessanta.
Muore a Firenze, nel 2009.


















compass
Vannucchi Arte – Arte Moderna e Contemporanea - Viale Montegrappa, 211 - 59100 Prato - Tel/Fax 0574 595007 Cell. 339/8533344 - 340/9103003
P.I. 02014940973 - Numero R.E.A 492637 Registro Imprese di Prato - info@vannucchiarte.com - [angiolini]