Carrello vuoto


opere uniche opere grafiche monografie di arte opere viste ultime proposte



Del Rigo Arrigo

DEL RIGO ARRIGO


Biografia


Nacque a Prato e trascorse la sua infanzia in famiglia. Di particolare importanza fu il suo soggiorno dal 1920 al 1921 a Corfù: fu proprio nell'isola greca che si risvegliò la sua fantasia e si manifestò la sua eccezionale predisposizione per il disegno.
Entrò presto a far parte di quella che poi fu chiamata la "Scuola di Prato" insieme a Gino Brogi, Leonetto Tintori, Quinto Martini, Giulio Pierucci e Oscar Gallo. Fu uno dei protagonisti della vita artistica di quel non facile periodo; conobbe Ardengo Soffici e collaborò alla rivista "Il Selvaggio" di Mino Maccari, dopo aver ricevuto lezioni all'Istituto d'arte di Porta Romana sotto la guida di Libero Andreotti e frequentando Giovanni Costetti.
Nel gruppo era il più introverso e il suo arresto per sospetto antifascismo, insieme a Gallo, Tintori e Dino Fiorelli, inciderà poi notevolmente sul suo carattere. Fu geniale sia nella pittura, nella quale ritrasse tutti gli angoli della città, sia nel disegno dove portò tutta la sua ironia, che spesso sfociava nell'amarezza.
Il 26 febbraio del 1932 fu trovato nella sua abitazione impiccato con le mani legate.
Aveva accanto il "Ritratto dell'impiccato" di Goya, uno dei suoi riferimenti artistici. Fatalità o suicidio? La morte rimarrà sempre avvolta dal mistero, ma chi lo conosceva propende per la seconda ipotesi. Aveva soltanto 24 anni ed era sicuramente destinato a un grande futuro.
Il padre Giovacchino donò quasi tutte le sue opere al Comune, che gli dedicò una grande retrospettiva e una monografia.


















compass
Vannucchi Arte – Arte Moderna e Contemporanea - Viale Montegrappa, 211 - 59100 Prato - Tel/Fax 0574 595007 Cell. 339/8533344 - 340/9103003
P.I. 02014940973 - Numero R.E.A 492637 Registro Imprese di Prato - info@vannucchiarte.com - [angiolini]